Agoghe o condotta, guida

Agoghe

Nel N.T. ricorre solo in 2 Tim 3,10. Dal contesto si ricava che agoghe, il cui significato letterale è condotta, guida, indica la condotta seguita dall’Apostolo e che anche il destinatario della lettera deve far propria, allo stesso modo nella didascalia. La migliore traduzione è quindi “condotta di vita”. Come la parola italiana “condotta” così anche agoghe può essere usata tanto transitivamente che intransitivamente. Nel significato di condotta di vita agoghe è attestato nella prosa attica, nelle iscrizioni, nei papiri, nei LXX e soprattutto nei tardi scritti filosofici e in quelli giudaici. E cristiani. In particolare la agoghe ha come oggetto coloro che devono essere guidati, ossia allevato, i fanciulli. Cfr. il titolo dello scritto di Plutarco. L’educatore dei fanciulli si chiama o paidagogheo e  l’educazione e paidagoghia  da cui deriva paidagogheo e altri vocaboli. I lessicografi greci hanno fissato e precisato questa accezione di agoghe. In Suida si cita Polibio (I 32,1). Esichio interpreta come protos. Guido Polluce associa con vari.

Come dimostrano questi esempi, un elemento determinante dell’agoghe è l’educazione non soltanto in se stessa, ma anche nei suoi effetti, ossia l’educazione in quanto crea un comportamento e uno stile di vita. Perciò si parla spesso di  biou agoghe oppure semplicemente di agoghe senz’altra specificazione, nello stesso significato. Un motivo prediletto è il richiamo della agoghe spartana. Anche le varie scuole filosofiche si distinguono ovviamente per la loro agoghe.

Tranne qualche accezione specifica non diverso è l’uso della parola nell’epoca e nell’ambiente del N.T. Certi scrittori giudaici (Giuseppe , Io ps. Eraclito, i LXX) attingono perciò l’espressione dell’uso greco comune.

Non diverso probabilmente è l’addentellato di agoghe in 2 Tim 3,10, poiché anche altrove le lettere pastorali usano i termini comuni del gergo filosofico. In 1 Cor 4,17, riferendosi sempre allo stesso Timoteo al quale sono rivolte le parole di 1 Tim 3,10. Qui En Xristo cristianizza nella forma e nella sostanza il concetto di odoi; allo stesso modo 1 Clem 47,6 può parlare come anche in 48,1.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...